Lo Stemma

L’arma assegnata al Casale Trivice è: “D’azzurro con fasce d’oro incrociate, ai fianchi due rose d’argento, in capo e in punta due stelle del medesimo”, blasone nobiliare appartenente alla famiglia di Francesco Antonio DAVID.

Cenni Storici sui David

Francesco Antonio David, di origine cavense, ricoprì nel Regno le più alte cariche. Fu nominato per patrie benemerenze, Conte di Roccarainola da Filippo II nel 1592 e fu il più illustre dei nostri feudatari. Alla sua morte, nello stesso anno, gli succedono prima il figlio Giovan Battista, II conte di Roccarainola nonché duca della Castelluccia per aver sposato Daria D’Avalos d’Aragona.  Nel 1612 gli succede Francesco Antonio junior, II duca della Castelluccia e III conte di Roccarainola, che del nonno ha solo il nome e non le virtù. Dopo una condotta dissoluta morì nel 1663, senza lasciare eredi. Il feudo, per legge, passò al fisco. Nel 1665 il feudo fu venduto dal fisco a Francesco Mastrilli per 50.000 ducati.

Estensione del Casale

Ai fini della delimitazione tra Casali presenti nel capoluogo, al suddetto Casale sono state attribuite le seguenti strade: Via N. Sauro (tratto); Via Matierno (tratto); Via Mameli; Via Vallone della Barba; Via dei Caduti; Via XXV Aprile; Via Papa Roncalli; Via G. Mazzini; Via A. Martino; Via C. Battisti; Via G. Cataldo; Via I. Paolino; Via Monte della Taglia; Via A. De Gasperi; Via San Nicola e Via G. Sirignano.

Importanze Storico-artistico-ambientali

In questo Casale, anticamente formato da “li Galuni, Vallone della Varva e Casale Novo”, è presente alla Via Dei Caduti, un edificio a corte risalente al ‘600: “Palazzo de Martinis”. Di pregevole fattura e di notevole interesse storico è ridotto ormai quasi a rudere. Fa parte di questo Casale anche il Palazzo Baronale detto “Palazzotto”, importante edificio del ‘400, testimonianza del passato di Roccarainola e ricco di vicende storiche, in parte recentemente restaurato ed adibito a Museo Civico. Attualmente l’intera area del Palazzo è interessata ad interventi di valorizzazione.  Infine il Casale è attraversato da una strada antica lungo le vie C.Battisti e dei Caduti, chiamata “li Galuni”.

A Cura De